Vai al contenuto

Settembre 2017: Parma-Poggio di Berceto

Ricordando la Parma-Poggio di Berceto edizione 30 Settembre – 1 Ottobre 2017 possiamo senz’altro affermare che ogni pilota della Scuderia Brera Racing, nel corso di quel lungo fine settimana di automobilismo d’eccellenza, ha provato l’emozione di vivere la passione, sospesa nel tempo, senza inizio e senza fine, da sempre presente nei veri piloti.

Descrivere un’emozione non è mai facile, ma è stata palpabile fin dai primi minuti. Mentre i piloti iniziavano ad apporre gli adesivi e i numeri sulle loro vetture,

22051096_698974830308618_2828636677154002530_o

nelle menti dei navigatori risuonavano i bip dei cronometri e dei conteggi. Concentrati sull’obiettivo analizzavano in dettaglio road book, facendo proprie le tecniche dei campioni che nel frattempo sorridendo incuriositi li sbirciavano dalle loro vetture poco distanti.

2017-10-02-PHOTO-00000002

22135720_698974806975287_4640708769413776884_o

Sabato 30 i nostri equipaggi hanno affrontato quarantadue prove di regolarità, parzialmente concatenate, confrontandosi con top driver di livello italiano e internazionale. Il percorso si è sviluppato tra  Sala Baganza e Monte delle Vigne e successivamente ha condotto le nostre vetture nel Centro Storico di Parma e in Piazza Duomo dove sono state accolte da un folto stuolo di appassionati.

Domenica invece la manifestazione si è svolta lungo il percorso storico della Parma-Poggio di Berceto, ed ogni concorrente ha provato un brivido alla partenza, sapendo che proprio su quelle strade, molti anni prima, Enzo Ferrari disputò la sua prima corsa.

Lasciandosi alle spalle la bandiera del via gli equipaggi hanno preso la volta della località appenninica di Berceto, attraversando i comuni di Parma, Collecchio, Sala Baganza, Fornovo di Taro e Terenzo. Un percorso totale di 140 km, con prove di regolarità di altissimo livello tecnico complicate ulteriormente dalla scarsa visibilità in quota dovuta a condizioni meteo avverse.

22095870_699269130279188_4608376479993534536_o

Per rendersi maggiormente conto del livello tecnico dei primi classificati servono pochi numeri. La valutazione di un equipaggio nelle gare di regolarità può essere effettuata con un semplice indicatore. Numero di penalità diviso il numero delle prove. La media degli errori fino alla ventesima posizione di gara assoluta si è attestata intorno alle 12,65  penalità ( significa commettere errori minori o uguali a 12,65 centesimi a tubo). I primi classificati hanno registrato una penalità media pari a 2,42.

Tante le prove ed altrettanti i premi per le diverse categorie e come non gioire per la classifica del Trofeo Brera Touring. Grazie all’impegno del nostro organizzativo questo è il terzo appuntamento nel quale le Alfa Brera hanno un Trofeo dedicato e monomarca. Nel corso del 2017 abbiamo già partecipato alla Coppa Città di Bassano e all’8 Historic Nordest con classifica dedicata. Alla Parma Poggio di Berceto abbiamo ottenuto i seguenti piazzamenti:

Trofeo Brera Touring Cup

1° Equipaggio CENNA – SCALIA

2° Equipaggio CICCARELLI – BORTESI

3° Equipaggio CECI – BOTTI

Quello che maggiormente ha colpito in questi due giorni è vedere che, tra tutte le auto storiche presenti, la Brera era perfettamente inserita, come un’opera d’arte, storica ma attuale al tempo stesso; un capolavoro di bellezza e sportività pari alle “sorelle” Ferrari parcheggiate accanto.

22095847_698976520308449_4794481667539689264_o

22051094_698977153641719_6900495275400800064_o

Nemmeno la lieve pioggia ha guastato quell’atmosfera; ne ha anzi esaltato il contesto, creando un luogo fuori dal tempo dove, durante la guida, si è percepito ogni centimetro di asfalto, con le curve a guidare una danza che ha unito pilota e vettura in un binomio perfetto.

22095888_699271483612286_7387380215287508262_o

Il grande spirito sportivo, accoppiato al divertimento, si è visto in ogni vettura giunta al traguardo con pilota e navigatore sorridenti. Quei percorsi rimangono nel cuore di ogni partecipante, in ogni battito. Riguardando le mille fotografie di quella giornata ognuno dei partecipanti avvertirà in sé una musica speciale, il rombo del motore come sottofondo alle note del proprio navigatore, una musica che rimane intrisa nel sangue.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: